Cella Monte

Uccise moglie a coltellate, condannato

Diciotto anni di carcere è la condanna inflitta oggi, in primo grado, dal giudice del tribunale di Asti, per El Ghabaoui, il 48 enne marocchino che il 10 ottobre dell'anno scorso uccise a coltellate la moglie Saadia Hanoudi, badante di 42 anni, nella loro abitazione ad Asti. La sentenza questa mattina, nel corso dell'udienza, con rito abbreviato e a porte chiuse. Il pm Laura Deodato aveva chiesto 20 anni di carcere per l'imputato, detenuto nell'istituto di pena di Alessandria e presente in aula col suo avvocato, Aldo Mirate. L'omicida, reo confesso, aveva colpito a coltellate la moglie a ottobre 2017, l'aveva lasciata a terra priva di vita, si era cambiato ed era uscito. Poche ore dopo, era andato a costituirsi dai carabinieri.

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie